NoiPa: Cedolino di febbraio bonus di 80 Euro, attività aggiuntive per i docenti

La pubblicazione del cedolino da parte di NoiPa comprende anche il bonus di 80 Euro, nel cedolino non si trova la voce bonus di 80 Euro ma si  fa riferimento alla legge che l’ha introdotto, ovvero il D.L 66/2014). Tale DL è stato reso definitivo dalla legge di stabilità 2015- legge 23.12.2014 n. 190 art. 1 comma 12)ed evidenzia che solo chi ha un reddito inferiore ai 24.000 e proporzionale per un reddito tra i 24.000 ed i 26.000 euro può avere diritto al bonus.  I docenti che nel 2017 hanno sforato i 26.001 euro con lo stipendio di febbraio 2018 hanno dovuto restituire il meccanismo previsto da Renzi in occasione delle Europee e cioè un contributo di 80 euro netti mensili .

 Quindi gli insegnanti percettori del suddetto contributo, nel caso di sforamento dei 26000 euro , per salario aggiuntivo ( FIS, bonus, progetti vari ) nel 2017 hanno dovuto restituire, con lo stipendio di febbraio, il bonus. Per il 2018 , con uno stanziamento ad hoc,sono state aumentate, le soglie per percepire il bonus, quindi il nuovo limite , nel 2018, sarà tra i 24.600 ed i 26600 euro.Superata questa soglia si perde il bonus.
Questo si è reso necessario anche in relazione all’ aumento contrattuale di un minimo di 81 euro sino ad un massimo di 111 euro  previsti dal  CCNL 2018 che di fatto per molti docenti  avrebbe    annullato la possibilità di percepire il bonus.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *