Incontro tra Ministero e sindacati: tutte le novità per il prossimo anno.

Ieri sera si è concluso l’incontro tra Ministero e sindacati circa la mobilità 2017.

In merito alla  mobilità, la domanda sarà unica e riguarderà indistintamente tutti i docenti che vorranno fare domanda di trasferimento.

Potranno fare domanda tutti i docenti, indipendentemente dagli anni in cui sono rimasti in ruolo nella provincia in cui insegnano.

I docenti potranno esprimere 15 preferenze, fino a 3 scuole e fino a 12 ambiti territoriali. Si tratta di un punto che è ancora in fase di trattativa e che potrebbe essere modificato soprattutto per quanto riguarda il numero delle scuole.

Il 50% dei posti sarà utilizzato per la mobilità e il restante 50% da dare in ruolo. Ci si attende anche un aumento di posti legato alla trasformazione di cattedre di fatto in diritto come previsto dalla legge di bilancio.

Confermata anche modifica a tabella di valutazione. Pare che il Ministero abbia accettato l’equiparazione del punteggio del servizio pre-ruolo a quello di ruolo.

La firma all’accordo è programmata per questa mattina.

Si tratta comunque di un’anteprima non ufficiale in quanto  il confronto con i sindacati non è ancora concluso.

Si tratta,comunque  di un accordo che non stravolge la legge 107, ma che dimostra una apertura da parte del Ministero nei confronti delle richieste sindacali con lo scopo di migliorarne l’impianto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *