Il “Mese dell’Educazione Finanziaria”: 31 ottobre giornata mondiale del risparmio

Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria – cui partecipa il Ministero dell’Istruzione ha promosso la prima edizione del “Mese dell’Educazione Finanziaria” dall’1 al 31 ottobre 2018.

Il “Mese dell’Educazione Finanziaria” comprende attività ed eventi di informazione e sensibilizzazione sui comportamenti corretti nella gestione e programmazione delle risorse personali e familiari con la finalità di garantire il benessere economico attraverso l’utilizzo appropriato di strumenti finanziari, assicurativi e previdenziali.

Nella settimana tra lunedì 1 ottobre e domenica 7 ottobre 2018 si celebra la seconda edizione della “World Investor Week” (WIW) – o anche “Settimana mondiale dell’investitore” in Italia – ideata e promossa dall’International Organisation of Securities Commissions (IOSCO), il forum mondiale che raccoglie le autorità di controllo dei mercati finanziari operanti nei vari Paesi, tra cui la Consob.

L’obiettivo primario della campagna in Italia è di sensibilizzare il pubblico sull’importanza dell’educazione finanziaria, al fine di promuovere capacità di comprensione e autonomia di giudizio nell’assumere decisioni finanziarie nel contesto della vita reale.

La Settimana mondiale dell’investitore prevede lo svolgimento di eventi focalizzati sulla divulgazione di nozioni e pratiche finanziarie, con particolare riguardo a tematiche quali la pianificazione delle risorse finanziarie personali, il processo di investimento del risparmio e il concetto di diversificazione del rischio, anche in un contesto come quello attuale caratterizzato dalla rapidità delle innovazioni digitali e tecnologiche.

Il Mese si aprirà  con la World Investor Week (WiW) e terminerà il 31 ottobre, giornata mondiale del risparmio.

Quest’anno la WIW è ricompresa all’interno del Mese dell’educazione finanziaria, un evento promosso dal Comitato per l’educazione finanziaria per il mese di ottobre che prevede una serie di attività ed eventi di informazione e sensibilizzazione sui comportamenti corretti nella gestione e programmazione delle risorse personali e familiari con la finalità di garantire il benessere economico attraverso l’utilizzo appropriato di strumenti finanziari, assicurativi e previdenziali.

Già in calendario in diverse città (Roma, Milano, Firenze, Torino) numerose iniziative che comprendono convegni, incontri, seminari. In programma anche diversi webinar.

Si  invitano le scuole  ad aderire  all’iniziativa   programmando iniziative coerenti con l’obiettivo di migliorare l’educazione finanziaria dei cittadini. L’adesione al “Mese” consente di utilizzare il logo della manifestazione e di comparire nella promozione su scala nazionale, così da garantire agli organizzatori di singole iniziative una maggiore visibilità e favorire l’efficacia delle azioni attraverso il coordinamento con altri soggetti, in un quadro di proposte altrimenti troppo frammentato.

La diffusione tra i giovani di una cultura civica sui temi dell’economia e della finanza, fra l’altro prevista dalla legge n. 107/2015 all’art. 1, co. 7, lett. d) e più recentemente ribadita dalla l. n. 15/2017, art. 24bis, sulla tutela del risparmio.

Tra le possibili tematiche da poter affrontare nelle classi:

– Importanza e finalità del risparmio

– Transizione dal baratto alla moneta

– Origine della moneta iniziando dai Babilonesi sino a giungere alla nascita dell’Euro

– Regole del prestito dal medioevo ai tempi moderni

– Conseguenze dell’inflazione

– Importanza del risparmio e gestione consapevole del denaro

– Definizione obiettivi di spesa

– Concetto di orizzonte temporale

– Concetto di tasso di interesse

– Concetto di rischio e diversificazione

– Distinzione tra spese necessarie e superflue

Una   didattica sicuramente  innovativa in quanto gli argomenti non fanno parte dell’ordinario “programma” scolastico e sono trattati secondo modalità non convenzionali

Sul sito www.quellocheconta.gov.it si trovano tutte le informazioni utili per proporre di inserire un’iniziativa nel programma del “Mese dell’Educazione Finanziaria”.

 

Corso gratuito di cultura economica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *