Bonus disabili 2018 di 1900 euro: che cos’è e come funziona?

Buone notizie in arrivo per chi assiste un parente disabile beneficiando della legge 104: dal 2018 pare verrà erogato un Bonus Disabili che prevede agevolazioni e detrazioni fiscali sia per le persone con problematiche fisiche sia per i famigliari che assistono un parente over 80.

Le novità previste dal Testo Unico in materia all’esame ora del Senato e frutto della fusione di 3 Ddl presentati da 3 diversi parlamentari, Bignami, Angioni e De Pietro. Obbiettivo comune è sostenere le persone che devono assistere il familiare disabile riconoscendo loro nuove agevolazioni e detrazioni. Vediamo insieme gli aggiornamenti sul bonus disabili 2018.

Bonus Assistenza Disabili 2018: che cos’è?

Si tratta di una nuova agevolazione che fa parte delle misure previste dal nuovo Testo Unico per sostenere i familiari che assistono il parente con problematiche fisiche con un’età pari o superiore a 80 anni.

Prima di sapere quale sarà il testo definitivo del nuovo Testo Unico legge 104 cerchiamo di capire in cosa consiste il bonus assistenza disabili 2018.

I 3 provvedimenti su cui si basa il nuovo testo unico hanno l’obbiettivo di sostenere l’importanza dei familiari nella cura e nell’assistenza di disabili in legge 104. Per fare è previsto un bonus disabili 2018 di 1900 euro l’anno, che a seconda dei casi, sarà sotto forma di:

contributo economico di 1.900 euro per chi assiste un familiare over 80;

detrazione fiscale da 1900 euro per chi assiste familiare disabile avente un’età pari o superiore agli 80 anni;

nuovi contributi previdenziali figurativi per la pensione;

possibilità per il cavergiver di chiedere il part time e telelavoro da casa;

riconoscimento della qualifica di assistente familiare;

tutela per malattie e assicurazione;

permessi Legge 104 per i familiari e i co.co.co.;

ferie solidali per i familiari.

Bonus Disabili 2018 di 1900 euro: le due tipologie

Il nuovo Testo Unico legge 104 per i familiari che assistono un disabile prevede l’introduzione di un beneficio fiscale, il bonus disabili 2018 di 1.900 euro l’anno.

Tale bonus disabili 2018 viene riconosciuto sotto forma di:

detrazione fiscale di 1900 euro per chi assiste un disabile ottantenne, riconosciuto a entro il terzo grado di parentela e qualora sia senza reddito o abbia un reddito ISEE inferiore a 25.000 euro l’anno. Quindi il familiare ha la possibilità di godere di una diminuzione dell’IRPEF pari al 19% delle spese sostenute per l’assistenza fino a un tetto massimo di 10mila euro annui;

contributo di 1900 euro per chi assiste un disabile ottantenne, nel caso in cui il familiare non abbia reddito o risulti parzialmente o totalmente incapiente, si ha diritto a ricevere il bonus disabili di 1900 euro dall’Inps in denaro a titolo di rimborso spese per 1 anno.

Fonte: finanza&fisco

8 pensieri riguardo “Bonus disabili 2018 di 1900 euro: che cos’è e come funziona?

  • 3 ottobre 2017 in 13:54
    Permalink

    E per chi ha un disabile grave a casa di meno di 80 anni (mio marito ne ha 63 ed è allettato!) e purtroppo non può lavorare ?

    Risposta
  • 3 ottobre 2017 in 23:45
    Permalink

    GIà è ANDATO TUTTO A FARSI BENEDIRE NATURALMENTE PENSANO SOLO A RIEMPIRSI LE LORO TASCHE

    Risposta
  • 4 ottobre 2017 in 12:30
    Permalink

    Solita fregatura e presa in giro dallo stato italiano, non dovevano un età ci sono disabili iniziando da bambini, e uno schifo

    Risposta
  • 6 ottobre 2017 in 6:56
    Permalink

    Nn dovrebbero farlo solo per gli 80
    Ma per tutti …..
    E io mamna con un figlio di 25 anni a carico e da sola e come me ci sono anche tante altre persone.
    Ma per favore su … Bho senza parole

    Risposta
  • 7 ottobre 2017 in 14:38
    Permalink

    Hai ragione condivido a pieno ma chi ci arriva a 80 anni..anch’io sono disabile..

    E mi prendo le mie responsabilità di quello che scrivo …
    presa per il cu.. come sempre ..
    vergognatevi !!!😈

    Risposta
  • 29 novembre 2017 in 12:13
    Permalink

    Legge imparziale a cavolo è per chi ha un disabile in casa meno di 80 anni o peggio un figlio non ha diritto ma che legge discriminatoria è.

    Risposta
  • 14 dicembre 2017 in 20:52
    Permalink

    Forse ho capito bene, 80 anni per il bonus di 1.900 euro, rispetto tutti, la disabilita è una cosa seria ma questa legge non va bene. Ho una figlia disabile grave dalla nascita, età 18 anni, per me genitore disoccupato che mi occupo di tutti i problemi di mia figlia niente bonus. Vorrei fare due chiacchiere con chi sta facendo questa legge.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *